Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

domenica 27 gennaio 2013

Binario morto

Tutti gli altri facevano presto a salire sul treno. 
A me pareva sempre che sarebbero servite ore.
Tutti quei posti fra cui scegliere,  ognuno che significava viaggiare in compagnia, intrecciare la mia vita con uno o con un altro.
Cosa avrei potuto saperne io di chi ero destinato a trovarmi accanto? Di chi, salendo ad una delle fermate, avrebbe fatto il suo ingresso nella mia esistenza,  o al contrario, con un cenno cortese e un saluto sbrigativo,  raccogliendo borse e cappotto ne sarebbe uscito, magari per sempre?
Ogni vagone era gremito di sedili, fatti per riempirsi e svuotarsi di anime e di vita.