Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

venerdì 1 marzo 2013

Scusa, micio


Io, giuro che non lo sapevo. Ma lo dico sul serio.
Non come succede quasi sempre, che le cose le ignori per pigrizia, che hai poca voglia di informarti e poi c’è un momento in cui sei rimasto lì, come un baccalà, quando ti sei accorto che tutti  sapevano e tu no.
Io del gatto di Schrodinger mi ero informato, e come. Voi, se vi pare il caso, fate in tempo a rimediare facilmente.
Sapevo che stava lì, chiuso in quella maledetta scatola, impenetrabile ad ogni sguardo, persino al pensiero. E che aspettava noi, maldestri e arroganti artefici del suo fato, che ad un certo punto, incapaci di attendere oltre, quella scatola l’avremmo aperta per vedere (ma com’è che siamo, a volte!) se il felino fosse già stecchito.