Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

giovedì 23 maggio 2013

Pensiero fisso



Si era svegliata all’alba con quell’assurda idea in testa. Una follia completa, che aveva subito bollata come tale, stupendosi di averla pensata. Ma invece di svanire nelle pieghe della coscienza, l’abnorme pensiero gli tornava in mente mentre si lavava e faceva colazione. Per strada, era ricomparso ammiccando fra i titoli delle civette, o nei brandelli di conversazioni che volteggiavano nell’affollato marciapiedi. Anche dopo, mentre andava al lavoro, continuava suo malgrado a coglierne allusioni velate nella segnaletica della metro, fra gli ammiccamenti dei cartelloni pubblicitari, persino nel ritmo ovattato che filtrava dagli auricolari degli altri passeggeri.