Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

domenica 7 luglio 2013

Le infinite parole

Per il Carnevale della Matematica #63, sul blog di Mister Palomar, un racconto che parla del rapporto fra le parole e l'infinito. 

Socchiudo gli occhi, la luce è intensa.
Le palpebre vibrano nello sforzo di mantenere aperto allo sguardo uno spiraglio, affacciato sull’orizzonte, immobile e immenso, del mare.
Il sole al tramonto cola sull’indaco del cielo come una macchia di vernice; si rovescia lentamente, entra nell’acqua  ribollendo in un caleidoscopio di sfumature senza nome.

Mi scuoto e riprendo a camminare, guardandomi intorno.
La linea della costa, il profilo delle montagne, persino il rumore del vento e l’odore che porta, tutto è come mi è stato descritto nella sua lettera. Sono vicino.