Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

domenica 18 agosto 2013

Di castelli, funzioni e vanità dell'opera umana

Per il maschio umano adulto, una delle maggiori attrattive offerte dalla frequentazione di una spiaggia d'estate al seguito della propria famiglia è la possibilità di applicarsi alla costruzione di castelli di sabbia.
La straordinaria duttilità della rena bagnata e la sua indiscutibile abbondanza sul posto ne fanno l'elemento ideale per riprodurre con poco sforzo fedeli ricostruzioni di antiche fortezze ispirate all'arte militare di tutte le epoche, dotate di torri, bastioni, mura, merlature, guglie, piazzeforti e, per i più esigenti, interi sistemi di fortificazione muniti di passerelle, fossati e canali comunicanti fra loro e con il mare.  


L'occupazione ludica, a cui si dedicano con variabili risultati bagnanti maschi di tutte le età, ha invero origini antichissime e annovera uno stuolo di serissimi estimatori, veri professionisti delle scienze edili balneari che non disdegnano dedicare parte del meritato riposo estivo alla partecipazione a competizioni articolate e di grande impegno.