Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

venerdì 21 febbraio 2014

Il carnevale dell'inverno

Nell'aria c'è un aroma sottile.
Non lo sentono le vecchie pozzanghere , che scintillano al chiarore del mattino come gemme nel velluto grigio dell’asfalto; e non lo sanno gli alberi, rattrappiti e nudi, frementi lungo il viale deserto.
Solo loro fanno da spettatori al vento, che percorre le strade e avanza per la città addormentata, fischiando con furia al ritmo balordo di una danza triste. In un carnevale di spettri, silenziose e gelide folate di nevischio piovono come coriandoli bianchi, simulacri di gioia incolore, e si sciolgono al suolo in una pozza di lacrime.