Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

giovedì 5 giugno 2014

Della dignità del rimandare il dentista

Sì, lo so. Non sto giocando pulito. Il post è ingannevole, autoreferenziale e pretestuoso.
Il fatto è che questo dovrebbe essere un articolo sulla parola "procrastinare", per rispondere all'idea di una che si chiama Romina Tamerici e che in settimana passata si è inventata questa roba.  E a me, quella parola lì fa venire in mente l'essere più terrifico che riesco a concepire, e le molteplici strategie che metto in atto per evitarlo. 

Ma in fondo, che altro si può scrivere su: "procrastinare"? 
Già solo a pronunciarlo, ti vien voglia di mollar tutto, riparlarne domani: nomen-omen, e buonanotte.